PLC2 - Programmazione avanzata del PLC

Descrizione corso

Descrizione

Il corso fornisce una preparazione evoluta per programmare il PLC SIEMENS serie Simatic S7-300 (con accenni alla serie S7-400) e S7-1200 (con accenni alla serie S7-1500), realizzare e mantenere programmi di media e medio-alta complessità con gli ambienti di programmazione STEP7 . Forma le conoscenze per configurare, mettere in servizio e diagnosticare applicazioni su PLC. È' indirizzato ai diplomati nelle discipline dell’informatica, dell’elettronica, dell’elettrotecnica e dell’impiantistica industriale che conoscono i fondamenti d’uso dei PLC ed abbiano già avuto esperienze di programmazione di un PLC reale.

Obiettivo

Il corso affronta temi come i metodi di sviluppo di un programma affidabile per lo sviluppo di sequenze automatiche (macchine a stati), la gestione di ingressi e uscite distribuite mediante esercitazioni ed esempi di gestione di sensori analogici e applicazioni numeriche. Tratteremo ogni argomento a livello teorico e pratico, dedicando ampio spazio al debug, alla manutenzione ed allo sviluppo di applicazioni concrete. Le lezioni teoriche saranno supportate con esercizi ed esempi svolti. Il corso permette di conoscere e di mantenere l’hardware e il software di un PLC nelle sue configurazioni più usuali, negli ambiti dell’automazione civile ed industriale, e di sviluppare in autonomia applicazioni di bassa e media complessità. Al termine del corso, potremo comprendere programmi già implementati e modificarli, per correggere malfunzionamenti, o adattarli a nuove esigenze, integrando parti sviluppate ex-novo sulla base di specifiche di dettaglio. Coordinatore: Dott. Ing. Fabio Casadei Responsabile Automazione Tecnoace S.r.l.

Riconoscimento

Certificazione di competenza riconosciuta a livello Europeo per il profilo professionale di Manutentore sistemi di automazione industriale.

Moduli Formativi

Lezione 1

  • Test d’ingresso (5 domande di ripasso generale legati a concetti di automazione e sviluppo di
  • programmi base di PLC in ambiente SIEMENS)
  • Il problema del controllo
  • Programmazione lineare e programmazione strutturata
  • Le sequenze di automazione: approfondimento
  • L’approccio mediante automa a stati finiti (macchina a stati)
  • Uso delle variabili nelle macchine a stati: semafori, variabili di appoggio
  • Realizzazione di macchine a stati mediante linguaggio ladder
  • Esempi applicativi di problemi di automazione analizzati e risolti mediante macchine a stati
  • Esercizi di realizzazione di macchine a stati e sequenze di automazione
  • Sequenza con il metodo della macchina a stati

Lezione 2

  • Blocchi dati DB
  • Funzioni FC
  • Blocchi funzionali FB
  • Blocchi dati di istanza
  • Multi-istanza di una funzione
  • Realizzazione di funzioni per risolvere problemi di controllo
  • Circuiti di regolazione
  • Esempio completo di controllo di un attuatore elettrico con sistema PLC
  • Panoramica sulle funzioni matematiche più comuni sviluppabili in ambiente di programmazione
  • Funzioni matematiche in virgola fissa
  • Le funzione ADD_I, SUB_I
  • La funzione MUL_I
  • La divisione per zero
  • La funzione DIV_I
  • Funzioni matematiche in virgola mobile
  • Le funzioni ADD_R, SUB_R
  • Le funzioni MUL_R, DIV_R
  • Overflow e underflow
  • Esercizi sull'uso di FB
  • Esercizi sull’uso di DB

Lezione 3

  • Moduli di ingresso/uscita logici e analogici
  • I sensori intelligenti
  • Moduli funzionali del PLC
  • Sistemi di comunicazione di un PLC
  • Impostazione di un intervallo di valori (range)
  • Concetto di isteresi
  • Realizzazione di filtri passa banda
  • I soft-PLC
  • Sistemi di supervisione HMI e SCADA
  • Esempi di sistemi di interfaccia uomo-macchina
  • Cenni agli ambienti di progettazione di sistemi di interfaccia uomo-macchina
  • Collegamento di variabili tra PLC e sistema di supervisione

Lezione 4

  • Generalità sui regolatori
  • Il regolatore PID (proporzionale, integrale, derivativo)
  • Esempio di applicazione di un regolatore PID
  • Esempio di applicazione con PLC utilizzato per svolgere funzioni di regolazione
  • Controllo di processi complessi
  • Utilità speciali: funzioni di traces
  • Regolazioni in modulazione di frequenza
  • Controllo di movimentazioni
  • Interfaccia tra controllore e azionamenti di potenza
  • Realizzazione di una funzione in grado di simulare un processo
  • Realizzazione e simulazione di un programma di controllo realizzato con PLC
  • Simulazione di semplici processi controllati da PLC

Lezione 5

  • I bus di campo
  • Il protocollo di comunicazione
  • Introduzione e cenni a Profibus
  • Introduzione e cenni a Profinet
  • La configurazione hardware di sistema con bus di campo
  • File GSD
  • Esempi di utilizzo di componenti collegati tramite bus di campo
  • Esempi elementi collegati attraverso rete bus
  • Creazione di un progetto con rete Profibus
  • Creazione di un progetto con rete Profinet
  • Diagnostica di rete
  • Uso di strumenti per la configurazione di rete

Dati corso

Nome corso
Programmazione base del PLC
Codice corso
PLC2
Sede
C.E.A.R.
Palazzo CSMT
Via Branze, 45
25123 Brescia BS
Durata
40 ore, 5 lezioni da 8 ore ciascuna. 9: 00- 18:00
Frequenza minima
75%
Prossimi corsi:
Nessun corso programmato.
 Per maggiori informazioni scrivici

 

Requisiti

Titolo richiesto
Diploma
Prerequisiti
Per accedere è consigliabile aver seguito il corso di "Sistemi di controllo industriale" o avere conoscenze equivalenti.

Attestato

Tipo attestato
Attestato di profitto
Esame finale
Si

 

Richiedi informazioni:

Cliccando sul pulsante "Invia" autorizzo Cearformazione a mantenere nella propria banca dati i dati da me spontaneamente forniti e ad inviarmi materiale inerente la propria attività e i prodotti commercializzati, nel rispetto del d.l.n° 196/2003 "Tutela della Privacy".

Questo sito fa uso di cookie. Continuando a navigare ne accetterai l'utilizzo.